Il pasto gentile

31/3/13 – Pici al ragù

Un ottimo spunto anche per chi non è vegano, per un giorno alla settimana, di cucinare solo con ingredienti vegetali (che non sia insalata o riso in bianco, ovvio!).

Io propongo un primo “robusto”, come si dice dalle mie parti, molto saporito e gustoso, i Pici con il ragù. Ovviamente non è fatto con carne macinata (anche se l’aspetto lo ricorda molto, e fa quasi impressione), ma con il granulato di soia. Non è un ingrediente che uso di solito, ma se come me, lo trovate in superofferta, provatelo, perchè è semplice da preparare e molto versatile.
 
Riguardo al tipo di pasta, l’idea iniziale era quella di preparare in casa delle tagliatelle ma avendo una confezione di Pici di grano duro, avanzo di un pacco di Natale di non-so-chi, ho optato per questi ultimi.
 pici
INGREDIENTI x 4 persone:
 
– 500 gr di Pici di grano duro (o tagliatelle, o altra pasta)
– 1 cipolla
– 1 spicchio d’aglio
– 1 carota
– 150 gr circa di granulato di soia
– 1 bottiglia di passata di pomodoro
– 1 rametto di rosmarino
– 1 bicchiere di vino rosso
– 1 pizzico di peperoncino
– sale, pepe
– origano 
-prezzemolo
 
per il “finto Parmigiano”:
– 50 gr di mandorle spelate
– 2 cucchiai di semi di sesamo
– 1/2 cucchiaino di sale
 
 
Iniziamo dal ragù: in una larga padella fate sofriggere l’aglio e il rosmarino tritati, la cipolla e la carota tagliate a pezzetti piccoli piccoli. Dopo qualche minuto aggiungete la soia, mescolate bene e sfumate con il vino.Quando si sarà completamente assorbito versate la polpa di pomodoro, sale, pepe, un pizzico di peperoncino e un po’ di origano tritato. Mescolate bene, abbassate il fuoco al minimo, coprite la padella con un coperchio e fate sobbollire per almeno 30-40 minuti. Cuocete la pasta che preferite seguendo i tempi di cottura.
 
Nel frattempo preparate il finto formaggio grattuggiato, tritando insieme le mandorle, il sesamo e il sale fino a ridurli in polvere. Io mi trovo benissimo con il macinino per polverizzare il caffè, ma credo si possa fare tranquillamente anche con un Minipimer.
Scolate la pasta ancora un po’ al dente, trasferitela nella padella del ragù e “spadellate” per qualche minuto, finchè non è tutto ben amalgamato.
Terminate con una spruzzata di prezzemolo tritato e abbondante pseudoformaggio grattuggiato.

A parte i tempi di cottura del sugo (che potete comunque preparare in anticipo), è un piatto molto semplice, ma delizioso, che piacerà di sicuro a tutti!

Informazioni su Restiamo Animali

Trasmissione su Controradio, in onda dal 4 marzo 2012

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: