Approfondimenti, Il pasto gentile

18/03/12 – Il pasto gentile: Pasta con ragù di seitan

Rosalia Cavalieri nel libro “Il gusto” (Editori Laterza) scrive: “Nella cultura umana la raffinatezza e la sapienza del gusto ancor più che nella cottura degli alimenti si esprime quindi nell’invenzione della cucina, cioè nel cucinare in tutte le sue varianti e nella tecnologia alimentare, e in senso lato nella cucina come sistema di rappresentazioni e di pratiche a esse associate condivise dai membri di una cultura o da un gruppo all’interno della stessa.”
Chi si orienta nella cucina Vegan può decidere di modificare le pratiche culinarie della propria cultura, oppure integrare e modificare in una versione etica e priva di crudeltà piatti che appartengono alla tradizione, trasformandoli in piatti sani, gustosi e cruelty free.
È il caso della ricetta di oggi dove la carne viene sostituita dal seitan che è un alimento molto proteico che proviene dalla lavorazione della farina di alcuni tipi di cereali (frumento, farro, kamut).

Ingredienti:
250 gr di seitan
1 cipolla
1 carota
1 spicchio d’aglio
Un po’ di sedano
400 gr di polpa di pomodoro
400 gr di pasta
Sale, pepe o peperoncino, un rametto di timo, basilico, salvia, rosmarino.
Olio d’oliva.

Preparazione:
Visto la varietà di ragù che esistono quella che segue è una preparazione base, ognuno può apportare delle varianti: dipende dal vostro gusto!

Pulire gli ortaggi e poi tritateli insieme ad eventuali odori di vostro gradimento (salvia, rosmarino, timo, basilico) per farne un battuto che metterete a rosolare in un tegame con un po’ d’olio extravergine a cui aggiungerete il seitan anch’esso tritato.
Fate rosolare un po’, quando l’odore diventa pieno e profumato aggiungete la polpa di pomodoro, un po’ d’acqua, un pizzico di sale e lasciate cuocere finchè ragù non diventi della consistenza desiderata.
Preparate l’acqua per cuocere il formato di pasta che ritenete più idoneo, personalmente ho scelto una pasta corta e rigata in modo che tenesse meglio il sugo.
Una volta scolata unitela al ragù, rigirate e amalgamate ed è pronta per essere servita e mangiata.
Se volete potete aggiungere del lievito in scaglie che da un tocco particolare al già corposo sapore, inoltre è fonte di apporto vitaminico.
Buon Appetito!

Annunci

Informazioni su Restiamo Animali

Trasmissione su Controradio, in onda dal 4 marzo 2012

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: